Sagra del pistacchio di Bronte: dove e quando

Nella succulenta schiera dei manicaretti della vasta, articolata ed antichissima tradizione gastronomica siciliana, il pistacchio di Bronte costituisce senza ombra di dubbio una delle materie prime più apprezzate e riconosciute. La sua coltivazione costituisce per la comunità di Bronte, ridente paesino dolcemente incastonato nella provincia di Catania, vera e propria fonte di reddito, oltre che protagonista principale dei piatti più disparati. Soprannominato gergalmente l'Oro Verde, il pistacchio di Bronte viene ad oggi prodotto da un numero di coltivatori che alcune stime in proposito hanno quantificato in circa 5000. Sono più o meno venti le aziende la cui funzione è quella di provvedere alla sua lavorazione, alcune delle quali possono fruire di tecnologie assai avanzate. Oltre che nei terreni dell'omonima cittadina, il pistacchio di Bronte DOP viene coltivato nei comuni limitrofi di Adriano e di Biancavilla. Detto questo, quali sono le sagre del pistacchio di Bronte più famose organizzate nel territorio siciliano? In seguito una breve carrellata a proposito.

sagra-del-pistacchio-di-bronte-dove-e-quando

La sagra di Bronte

Ad aprire la lista non può che esserci un evento tanto longevo quanto intramontabile.  La sagra di cui si sta parlando è quella che si tiene proprio a Bronte, centro ed epicentro di una favola culinaria le cui dolci pagine racchiudono il giusto mix tra tradizione, gusto ed uno sguardo al futuro volto alla creazione di piatti sempre nuovi. La sagra prende anche la denominazione di EXPO del Pistacchio DOP. L'edizione 2019, trentesimo compleanno di una ricorrenza che annualmente attira a sè un numero sempre crescente di visitatori, ha visto e vedrà il proprio svolgimento dal 27 al 29 settembre e dal 4 al 6 ottobre. La fama del pistacchio di Bronte, ancor più amplificata grazie anche e soprattutto al riconoscimento del marchio DOP nel 2009, è ciò che rende riconoscibile un comune relativamente piccolo, ma ricco di una bontà i cui sentori, fragranze e sapori tramutano in realtà tangibile una tradizione sinonimo di buono. Come ogni anno, una folla nutrita riempirà Bronte, numerosa come i consensi che riscuote un pistacchio stimato anche fuori dai confini nazionali. Preludio ad un cartellone sempre pregno di eventi è la conferenza stampa di presentazione, successivamente alla quale vengono allestiti gli stand espositivi. Alla gastronomia, che col pistacchio tocca picchi di assoluta eccellenza, le strade di Bronte si vestono di indumenti che sanno d'antico. Una sfilata che, quasi come un filo temporale improvvisamente spezzatosi, prevede la presenza di figuranti con indosso abiti medievali, viene accompagnata da musiche del tempo e da pittoreschi sbandieratori provenienti da Floridia. Alla beltà di questo pregevole e caratteristico spettacolo non può che essere

accompagnata una visita altrettanto interessata ad espositori che presentano, nelle varianti più creative, un pistacchio di Bronte la cui versatilità ben si adatta a molteplici portate. Per gli amanti dei primi, sarà impresa agevole gustare un buon piatto di pennette al pistacchio, pasta fatta a mano utilizzando la farina realizzata proprio con quest'ultimo. Per chi, al contrario, nutre una predilezione particolare per i dolci, anche qui la scelta è ampia. Dall'intramontabile gelato alla torta al pistacchio, fino ad arrivare alla filletta al pistacchio, l'Oro Verde delizierà anche i palati più esigenti. Novità per l'edizione 2019 sono ricercabili nelle degustazioni gratuite di gelato al pistacchio per i più piccoli ed in quella aperta a tutti di una torta nella quale l'Oro Verde non è una semplice comparsa. In aggiunta ad appuntamenti di matrice prettamente culinaria, la Sagra del Pistacchio a Bronte è composta da ulteriori eventi, tra cui spettacoli di cabaret, esibizioni di gruppi folk, concerti musicali e tanto altro ancora.

 

La sagra di Brolo

Altro comune siciliano che dedica un intero appuntamento al pistacchio di Bronte è Brolo, comune di poco più di 5000 anime distante un'ottantina di chilometri da Messina. Anagraficamente più giovane rispetto a quella che si tiene a Bronte, la Sagra del Pistacchio a Brolo non è tuttavia manchevole della bontà di un cibo che dal Medio Oriente ha trovato tra gli incantevoli paesaggi dell'isola siciliana la sua espressione massima. L'appuntamento in questione viene ormai da 8 anni organizzato dall'Associazione Maria Santissima Addolorata, con il patrocinio del Comune di Brolo e della Regione Sicilia. Ogni anno, nei giorni immediatamente successivi al Ferragosto, la centralissima Piazza Annunziatella si veste a festa, dando a coloro che accorrono l'opportunità di trascorrere in spensieratezza serate all'insegna della musica, della convivialità e soprattutto di un buon cibo che non può prescindere dall'Oro Verde. Un menù che anno per anno cresce in varietà ed in ricchezza diviene motivo di vanto delle massaie del luogo, che grazie a questo possono dare prova tangibile della propria maestria in cucina. Tutto, neanche a dirlo, viene imperniato sulla degustazione di piatti che vedono alla propria base proprio il pistacchio di Bronte. Arancini, primi piatti ed un gelato che è possibile assaggiare nelle molteplici gelaterie del centro rappresentano solo qualche riduttivo esempio di un'offerta che cresce sempre di più i propri connotati.

 

La Sagra di Raffadali

Ultima in ordine cronologico per anzianità. Sono già passati ben 5 anni dalla prima edizione di questa sagra denominata anche Fastuca Fest. Appena conclusa l'ultima edizione, quella del 2019, dal 20 al 22 settembre. Ebbene si anche nella provincia di Agrigento, sud della Sicilia, cresce questo frutto che in tanti stiamo pian pian imparando ad apprezzare anche nei cornetti caldi per la colazione e perché no, nella cucina gourmet che oggi è così tanto di tendenza.

Curiosità: etimologia della parola sagra.

Scrivi commento

Commenti: 0